Biagio Quattrocchi, ricercatore.

Il progetto è molto interessante. L’allargamento della partecipazione intorno alla casa editrice mi sembra una scelta importante. Condivido le motivazioni riportate nel documento che mi hanno spinto ad assumere questa decisione e nutro la speranza che questa strategia politica possa essere la più adatta a fare crescere un laboratorio di «incontri» teorici. Negli ultimi anni vanno crescendo gli spazi di riflessione teorica. Ma non basta. In alcuni ambiti c’è una tendenza alla specializzazione, così i discorsi perdono di complessità e diventano inoffensivi. Iniziative come queste vanno nella direzione opposta e non possono che essere le benvenute.

Annunci