Sandra lang. Operaia specializzata part-time nel settore della fattura degli strumenti musicali. Studentessa part-time alla scuola d’arte di Zurigo. Coinvolta in progetti di produzione culturale collettiva e precaria quali la piattaforma curatoriale e rivista Jeux Sans Frontières/ Jogos Sem Fronteiras con compagne e compagni a Lisbona e la rivista kamion (uscita dall’esperienza Kulturrisse Viennese). Da pseudo-intellettuale part-time sta cercando di fare delle ricerche sulla storia dell’operaismo e attualmente in  particolare su Danilo Montaldi e dintorni. Nata in Svizzera ha girato parecchio, vissuto in Italia, Belgio, lavorato in Francia e vive per il momento a Zurigo.

Sto seguendo con molto interesse e vorrei partecipare a questa iniziativa che può essere a mio avviso un esempio per strade necessariamente nuove da intraprendere nella produzione culturale oggi e non solo in Italia.