Vittorio Bonanni, laureato in Lettere, è giornalista professionista. Ha lavorato per oltre vent’anni nella redazione di «Liberazione», dirigendo il servizio esteri e quello della cultura. Attualmente collabora sui temi internazionali con «Rassegna sindacale» e su questioni politiche e culturali con i siti http://www.controlacrisi.org e http://www.esseblog.it. Ha pubblicato con l’editore Datanews il libro Chico Mendes e la lotta dei seringueiros dell’Amazzonia e con Ediesse, insieme a Roberto Gramiccia, La strage degli innocenti. Terza età: anatomia di un omicidio sociale.

Ho deciso di aderire al progetto di azionariato della casa editrice DeriveApprodi perché credo che in questo momento, dove da una lato registriamo la difficoltà del mondo della piccola e media editoria a resistere all’attacco dei grandi gruppi editoriali e dall’altro una crisi della sinistra, incapace finora di rifondarsi adeguatamente, l’idea di rilanciare con forza uno degli editori più qualificati in un determinato settore politico e culturale sia un’operazione che ha tutte le premesse per rivelarsi vincente pur nelle scontate difficoltà che dovrà affrontare. Una scelta coraggiosa che non può non avere il sostegno da parte di chi ha deciso di spendere di fatto la sua vita a sinistra nello sforzo di mantenerne vivi gli ideali e i valori, a prescindere dagli scenari politici che si sono andati prefigurando in tutti questi decenni.